Recensione Airen Black Four/Six

airenct_lab
Quest'oggi andiamo a focalizzarci nel mondo dei regolatori di ventole, è da circa un mese che sulle nostre pagine compare il logo di Airen e ancora una volta la casa ci lascia il duro compito di esprimere un giudizio sui suoi regolatori di ventole formati da quattro e sei canali.

I nomi che la casa da ai rheobus che andremo a trattare in queste pagine sono l'Airen Black Four(+) e L'airen Black six, due prodotti caratterizzati indubbiamente dal design puro e semplice senza l'utilizzo di voluminosi pannelli lcd o di particolari giochi di luce.
Sul sito del produttore possiamo ritrovare le principali caratteristiche tecniche dei pannelli:

Nome Airen Black Four+
Dimensioni 149 × 42 × 68 mm
Voltaggio di input +12V
Voltaggio di uscita 5-11.8V ± 10%
Potenza massima per canale 30W
Colore dei led di status Red
Porte 2 × USB 2.0, 1 × eSATA, 1 × 5-12V 4 pin molex
Bundle 4 viti, cavo di alimentazione, cavo SATA , cavo USB, 4 cavi di alimentazione per ventole

blackfour-dim

Nome Airen Black Six
Dimensioni 149 × 42 × 68 mm
Voltaggio di input +12V
Voltaggio di uscita 5-11.8V ± 10%
Potenza massima per canale 30W
Colore dei led di status Red
Bundle 4 viti, 6 cavi di alimentazione per ventole, cavo di alimentazione a quattro pin

blacksix-dim


Gli Airen Black six e Black four vengono commercializzati entrambi all'interno di una confezione in cartone a predominante rossa piuttosto essenziale e priva di sigilli di sicurezza; all'esterno vengono riportate le principali caratteristiche tecniche dei prodotti, i nomi dei modelli e la casa produttrice dei fan controller; il tutto viene dislocato in maniera semplice e lineare senza andare ad appesantire in maniera sensibile un lato piuttosto che un'altro.
Nella parte posteriore, nel dettaglio, per entrambi i modelli abbiamo anche la presenza illustrata del bundle e delle connessioni messe a disposizione dal prodotto.


blackfour-confezione blackfour-confezione2 blacksix-confezione blacksix-confezione2

Aperte le confezioni abbiamo ottenuto un risultato che già avevamo intuito durante il trasporto, l'imballaggio interno che la casa applica ai due prodotti in analisi è pressochè nullo ed il bundle viene inserito in maniera casuale all'interno della confezione; l'unica protezione è data unicamente da un'asola fatta con del cartoncino che impedisce al pannello di potersi muovere liberamente all'interno dell'imballaggio.


black-four-imballo black-six-imballo

Il bundle fornito con le due versioni  di base è essenziale e si limita ad essere formato unicamente dai cavi di alimentazione per le ventole e da quattro viti in acciaio nere per ancorare il rheobus al case; nel caso dal black four+ a causa della porta eSata e delle due usb 2.0 a nostra disposizione avremo anche una cavetto sata( di color porpora) e un cavo di connessione a nove pin per interfacciare le usb esterne alla porta di espansione presente sulla scheda madre.

airen-bundle

 


I due fan controller una volta estratti dalla loro sede di cartone, si presentano come dei prodotti estremamente semplici e puliti; con Airen in questo caso abbiamo un po un ritorno alle origini con la presenza di prodotti che fanno della loro semplicità il loro punto di forza.
Entrambi i pannelli in nostro possesso sono infatti caratterizzati da un design lineare che prevede unicamente l'utilizzo di una lamina di alluminio, opacizzata frontalmente, sulla quale vengono sormontati i potenziometri di controllo ed i led di status; l'unico azzardo che la casa si concede è l'impressione del logo sulla parte sinistra per quanto riguarda il Black Six e nella parte superiore per quanto riguarda il Black Four+.

airen-fancontroller


Sia la versione da sei canali che quella da quattro arrivano all'utente con i cavi di alimentazione già montati nelle rispettive posizioni; essi pur non ottenendo una sleevatura dei singoli cavetti vengono forniti su una piattina a tre poli e vengono inguainati alle estremità uno ad uno con con una qualità costruttiva più che buona; qualità che si rispecchia anche sui molex di alimentazione principale a 4 Pin arrecante la certificazione di conformità TUV.
Nota curiosa è il fatto che nonostante i rheobus siano totalmente analogici i cavi di alimentazione portano con se anche il terzo cavo tachimetrico(giallo) con l'unico scopo di pilotare il led di status che si accenderà unicamente qual'ora sulla linea venga applicato del carico.

blacksix-molex  4pin-tuv


A differenza di quanto visto sui controller a singolo canale della casa, questa volte Airen cambia rotta e utilizza uno standard di qualità per la realizzazione dei pcb sensibilmente più alto rispetto a quanto visto; per entrambi i prodotti infatti le saldature sono di eccellente fattura e il tutto è ben posizionato e ordinato, da notare sono anche le generose dimensioni utilizzate nei distanziali che hanno la duplice funzione di stabilizzare ed isolare la scheda di controllo.


black-six-pcb

Disarmante risulta inoltre essere la semplicità con cui la casa ha progettato il circuito per entrambe le versioni, tutto quello che è stato utilizzato è un potenziometro lineare, una resistenza,un transistor di potenza ed un led dal colore rosso.


black-four-pcb black-six-pcb2


Dalle foto di cui sopra possiamo notare di come Airen abbia pensato di non dissipare i transistor di potenza pur dichiarando in uscita una potenza massima di ben 30Watts, tale scelta come potremo verificare nel corso dell'articolo si dimostrerà per alcuni versi una soluzione decisamente infelice.
Discorso a se stante, per quanto riguarda il PCB, lo dobbiamo fare per il Black four + che oltre ai potenziometri per il controllo delle ventole offre anche due porte usb a standard 2.0, una porta eSata e un molex 4 pin esterno; tali porte non godono sulla scheda di particolari filtri e/o di amplificatori; tutto quello che Airen si è limitata a fare è stato quello di prendere i contatti e di portarli all'esterno senza offrire nessun tipo di miglioria; l'obbiettivo principale in questo caso era quello di facilitare la vita all'utente mediante delle espansioni che possono venire utili nel corso della giornata.
Particolarmente gradiata dal nostro punto di vista è infatti la presenza del molex a quattro pin decisamente utile qual'ora si voglia testare lo stato di salute del proprio alimentatore e se si voglia semplicemente sapere se un dispositivo in nostro possesso sia ancora funzionante, il tutto senza dover smontare il pc alla ricerca di una ramo della psu libero.


black-four-porte

 


I test che abbiamo voluto svolgere sui fan controller oggetto della recensione odierna sono test che si sono basati sulla capacità di erogazione dei rheobus stessi; nello specifico sono stati presi in considerazioni due valori che riguardano la stabilità del voltaggio erogato, alla minima e massima escursione dei potenziometri, e la capacità dei transistor di poter erogare e mantenere per più minuti potenze nell'ordine dei 30Watts come da specifiche della casa.
I voltaggi cosi come i carichi in ampere sono stati presi direttamente sul molex a tre pindel cavo di alimentazione della/e ventole connesse al canale in funzione come da immaggine sottostante.

misurazione-volts

 

Durante l'analisi abbiamo riscontrato un comportamento dei prodotti che si differenzia dalla presenza o meno del carico sulle varie uscite, nello specifico con l'assenza di un carico applicato i rheobus forniscono alle estremità di regolazione i voltaggi di seguito riportati in tabella differenziati per prodotto e singolo canale:

Nome prodotto Airen Black Four+
Canale Voltaggio minimo Voltaggio massimo Carico in Watt
1 7.05 11.88 0
2 7.20 11.88 0
3 7.20 11.88 0
4 7.15 11.88 0

 

Nome prodotto Airen Black Six
Canale Voltaggio minimo Voltaggio massimo Carico in Watt
1 7.14 11.88 0
2 6.93 11.88 0
3 6.69 11.88 0
4 6.78 11.88 0
5 7.07 11.88 0
6 7.05 11.88 0

Mentre con l'applicazione di un carico pari a 10,8W a +12volts i valori registrati sono stati i seguenti:

Nome prodotto Airen Black Four+
Canale Voltaggio minimo Voltaggio massimo Carico in Watt
1 4.55 11.29 10.8
2 4.75 11.26 10.8
3 4.70 11.27 10.8
4 4.83 11.26 10.8

 

Nome prodotto Airen Black Six
Canale Voltaggio minimo Voltaggio massimo Carico in Watt
1 4.64 11.18 10.8
2 4.55 11.19 10.8
3 4.67 11.19 10.8
4 4.93 11.16 10.8
5 4.68 11.15 10.8
6 4.92 11.12 10.8

Salendo in portata e raggiungendo una richiesta in termini di watts pari a circa 32,4W a +12volts, i rheobus hanno mostrato diverse lacune in termini dissipativi ed in termini di erogazione, passando graduatamente da 10,8W ottenuti tramite l'applicazione di un ventola ad alte performance da oltre 3000Rpm nominali; all'applicazione della seconda, le ventole passano da 3050RPM a 2962rpm e con l'applicazione della terza gli rpm scendono ulteriormente a 2880 con un voltaggio inferiore agli 11v pur mantenendo il potenziometro completamente aperto.
Contestualmente sorgono grossi problemi dissipativi con l'arrivo di temperature decisamente pericolose dei transistor pari a oltre 250°c a causa dell'ingente mole di calore non dissipata.
Chiedo in anticipo scusa per il mosso della prima foto sottostante, purtroppo la situazione non era semplicissima da gestire.


temperatura-transistor temperatura-transistr2

 


Tanti sono i pro che accompagnano i prodotti di Airen recensiti quest'oggi come come sono tuttavia tanti anche i contro; accoppiata che ancora una volta ci mette in una situazione non semplice per quanto concerne il dare il giudizio ad un prodotto in maniera fredda ed il più oggettiva possibile.
Analizzando i fatti, i rheobus Black four e black six godono di una qualità manifatturiera e dei materiali finalmente competitiva con le soluzioni concorrenti delle case avversarie, la qualità delle saldature e dell'assamblaggio è più che buona segno che la strada intrapesa è quella giusta e che sicuramente può dare frutti in un futuro nemmeno troppo lontano soprattutto se si esamina il prezzo di vendita pari a soli 22,00€ per la versione a quattro canali e di 17,90€ per il black six; prezzo che gli affida alcuni dei migliori rapporti prezzo/prestazioni attualmente sul mercato in ambito fan controller.
Di contro abbiamo però delle lacune piuttosto sostanziose nell'aspetto prestazionale, i prodotti anche con bassi carichi in termini di Ampere non riescono mai su nessun canale ad arrivare ad erogare 12v pieni scendendo a 11volts già con un carico di soli 10W, valore pari a 1/3 di quanto la casa dichiari.
Se si prova inoltre ad avvicinarsi ai parametri massimi dichiarati, insorgono delle problematiche che, oltre a vedere un ulteriore diminuzione del voltaggio, vedono l'innalzamento delle temperature dei transistor verso temperature che non definiremo essere prettamente sicure sopratutto in case dove, ormai nel 2011, si vede come parte principale della scocca sempre più plastica al fine di ridurre i costi dei materiali e di costruzione; qual'ora decidiate di conseguenza di utilizzare questo tipo di soluzione con carichi elevati(>10W) consigliamo caldamente l'adozione di dissipatori ed, eventualmente, di ventilazione forzata sulle fasi di alimentazione dei controller pena il ritrovarsi un full tower ridotto ad htpc.
A ciò dobbiamo aggiungere i problemi di rito come l'imballaggio decisamente insufficiente e l'assenza di uno switch che consenta lo spegnimento delle ventole e del relativo led che, di notte, possono dare più di qualche fastidio qual'ora si tenga il pc nella camera da letto.
Seguono gli award e il riassunto conclusivo:

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali award
Airen Black Four+
-assemblaggio privo di plastiche disallineate
-design pulito
-elevata potenza di uscita
-basso costo di acquisto
-porte di espansione
-voltaggi di picco instabili
-impossibilità di raggiungere i 12volts
-dissipazione assolutamente insufficiente con medio/alti carichi
-progetto da rivedere

ct_bronze_technical

 

Airen Black Six

-assemblaggio privo di plastiche disallineate
-design pulito
-elevata potenza di uscita
-basso costo di acquisto

-voltaggi di picco instabili
-impossibilità di raggiungere i 12volts
-dissipazione assolutamente insufficiente con medio/alti carichi
-progetto da rivedere

  ct_best_value

Ringraziamo come di consueto Airentech per i sample messi a disposizione per la stesura dell'articolo.
Commenti sul forum.